Home » NEWS

NEWS

NOLEGGIO OPERATIVO

NOLEGGIO

Noleggio per noi significa Noleggio a Lungo Termine o Noleggio Operativo (da 24 a 60 mesi)  ma significa anche Noleggio Express per le tue esigenze del momento, per poche ore o pochi giorni.

Noleggio a lungo termine

La formula del noleggio a lungo termine garantisce il valore dell’investimento, l’assistenza necessaria a mantenere in condizioni ottimali gli impianti e la possibilità di fare up-grade in ogni momento.
La formula include un contratto di assistenza on-site e un servizio di back-up in caso di guasti non riparabili sul posto.
Richiedi un’offerta per sale riunioni, conference room e per tutte le dotazioni audio&video necessarie. Il preventivo non ti costerà nulla e potrai discuterlo con noi nei minimi dettagli, scegliendo la formula di noleggio a lungo termine per tutte o solo per alcune delle forniture.
Le condizioni:
La tua azienda potrà avvalersi della vantaggiosa formula di “Noleggio a lungo termine”. Tutti gli strumenti saranno nella piena disponibilità del cliente da 24 a  60 mesi a seconda della durata del contratto. Al termine del periodo concordato sarà possibile acquistare gli strumenti o rinnovare il contratto con altri sistemi.

LUTRON

LUTRON - auto hi fi system
                   
  Grafik Eye QS, basato sul sistema Grafik Eye di Lutron introduce molte nuove funzionalità.

Oltre, infatti, alla facilità d’installazione, programmazione e integrazione tipiche del sistema e già note, le nuove caratteristiche introdotte da QS lo classificano come il sistema integrato di controllo della luminosità più evoluto in commercio. Grafik Eye QS, quindi, mantiene le stesse funzioni della versione originale Grafik Eye, con sei zone di illuminazione e quattro scene preimpostate, disponibili sull’unità di controllo principale (con 16 preselezioni possibili attraverso addizionali unità a muro), per facilitare l’uso sia dall’unità, che con il telecomando wireless. Al posto delle due cifre LED del sistema Grafik Eye, il nuovo Grafik Eye QS è dotato di un display a matrice di punti che semplifica la programmazione del sistema (anche in italiano). Oltre a ciò, QS possiede un orologio astronomico integrato, che consente di regolare in modo automatizzato le luci e le tende ad una data ora del giorno o all’alba/tramonto. A proposito di tende e tapparelle, per garantire la massima flessibilità e comodità, i sistemi di controllo Grafik Eye QS possono interfacciarsi con queste ultime o con schermi di proiezione, attrezzature audiovisive e sistemi di sicurezza, per dare vita ad un sistema integrato di “controllo totale”. Il massimo dell’automazione e del risparmio energetico, da questo punto di vista, si ottiene utilizzando tende o tapparelle motorizzate della linea Lutron Sivoia QS, che consente di integrare nel sistema la rilevazione sensoriale della luce solare, con conseguenti risparmi energetici. Per mezzo di un regolatore a muro o un telecomando wireless a raggi infrarossi, Grafik Eye QS è in grado di trasformare una stanza in una serie di ambienti illuminati con luce naturale o artificiale, in precedenza impostati nel sistema. Facili da installare, i sistemi di controllo Grafik Eye sono utilizzabili in nuovi impianti o in installazioni pre-esistenti, mentre tutti gli accessori Grafik Eye possono essere collegati con soli quattro cavi a bassa tensione. Interessante la nuova funzione di monitoraggio del consumo, attraverso un display che consente all’utilizzatore di verificare in tempo reale il risparmio energetico ottenuto dall’intero sistema via via che l’illuminazione viene ridotta.
Non solo Grafik Eye QS offre agli utilizzatori maggiori funzionalità, ma è disponibile anche in un’ampia gamma di combinazioni di colori e finiture, per soddisfare qualsiasi esigenza. Per ammirare tutte le diverse combinazioni e assistere a una dimostrazione interattiva della lettura del risparmio energetico e delle funzioni di controllo di tende e tapparelle, Lutron ha sviluppato un’esperienza online di Grafik Eye QS facile da utilizzare.

 

SEMINARIO DOMOTICA

SEMINARIO DOMOTICA:

Home e Building automation: Le armi dei progettisti per affrontare un progetto di automazione

 

Data: mercoledi 21 Novembre 2012

 

Sede: Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Pavia, sito in Piazza Dante 3 27100 Pavia

 

 

Relatori:

      Vincenzo Di Napoli -  Business Development Italy, (Lutron Electronics)

      Roberto Gamba         - South Europe Director, (Lutron Electronics)

      Giorgio Boschi          - Technical and Sales Director Custom installation, 

                                           (Audiogamma spa)

      Alfio Banderali         - A/V Experienced Installer, (Auto Hi-Fi System)

 

 

Razionale:

 

Negli ultimi anni in Italia il mercato della domotica, nota anche home automation, ha manifestato una forte crescita , principalmente alimentata dalla necessità di realizzare abitazioni più efficienti dal punto di vista energetico, più confortevoli e sicure.  La richiesta ha contribuito ad una estrema diversificazione dell’offerta in termini tecnologici ed economici.

Il presente corso rappresenta uno stumento di base utile ai progettisti italiani per capire a fondo le basi della domotica e  per poter affrontare a “volto scoperto”  progetti domotici  con un supporto utile per convincere ed “emozionare” la committenza.

La trattazione affronterà i seguenti punti:

  • principali      aspetti funzionali dei sistemi domotici
  • benefici della      domotica per i clienti finali
  • benefici della      domotica per i progettisti
  • cenni dei quadri      normativi italiani di riferimento
  • analisi del      mercato italiano della domotica e forecast
  • esempio reale di      un progetto domotico

Il corso affronterà inoltre anche le tematiche principali della:

  • building      automation per i progetti del settore terziario (uffici, hotel&resort,      spa, retail)
  • Stato dell’arte      della custom installation audio video con le anticipazioni delle future      tecnologie.

 

Il corso si concluderà con una breve dimostrazione di un “mini sistema domotico”.

 

Programma

 

Ora                        Relazione

 

17:00 – 17:10         Saluto di Benvenuto e introduzione seminario

                               Presidente Ordine: Arch.Aldo Lorini

 

17:10 – 18.20        Home e Building automation: Le armi dei progettisti per affrontare

                               un progetto di automazione

                               Vincenzo Di Napoli

 

18:20 – 18:30         Discussione

 

18:30 – 18:40         Coffee Break

 

18:40 – 19:00         Esempio di progetto domotico

                               Alfio Banderali

 

19:00 – 19:20          A/V State of art and future techonology challenges

                               Giorgio Boschi

 

19:20 – 19:40          Building Automation and Ecosostenibility

                                Roberto Gamba

 

19.40 – 20:00          Conclusioni

                                Vincenzo Di Napoli

 

20:00 – 20:30          Dibattito e dimostrazione mini sistema domotico.

ARIA - music server Hi End

ARIA - music server Hi End - auto hi fi system
Da Digibit, marchio leader nel mercato dei server audio, la nuova linea Aria, music server Hi End semplici da utilizzare e di grande affidabilità.


Audiogamma, alla continua ricerca di marchi innovativi e spazi di mercato dove poter esprimere le proprie potenzialità distributive, è lieta di annunciare l’acquisizione di Digibit, azienda nata nel 2007 e da subito focalizzata nella realizzazione di music server per audio di livello Hi End. Prima con il Sonata e adesso con Aria, la Digibit punta a diventare un marchio di riferimento grazie alla filosofia di progetto dei propri prodotti, che vede come punti cardine la facilità di utilizzo, l’innovazione e l’affidabilità.
Aria è appunto la nuova linea di prodotti che Audiogamma distribuisce in modo esclusivo. In un mercato in forte espansione e che vede la presenza di molti prodotti spesso difficili da utilizzare e/o poco affidabili, Aria si contraddistinguono fortemente per affidabilità e semplicità di utilizzo. Sono strutturati per funzionare con un iPad e attraverso l’applicativo gratuito iaria, che si collega con Aria e permette la scelta dei brani, sia contenuti all’interno  che in un HDD USB collegato ad Aria o ad un NAS di rete. Supportato, grazie alla tecnologia dlna, il multizona, con un numero virtualmente infinito di altri locali sonorizzabili con la musica contenuta nel server Aria o nel NAS.
La struttura hardware è estremamente robusta, e contenuta in un case in alluminio davvero originale e penna del designer Ochoa & Diaz-Llanos;  dotato di alettatura “estetica” fa elegantemente anche la funzione di dissipazione del calore. Aria è quindi completamente privo di ventole, e assorbe poco più di 10W. Nessun comando presente, se non quello di accensione e di eject per il tray del lettore di CD, utile sia per la lettura che –soprattutto- per il ripping, che avviene in modo del tutto automatico, e senza alcun intervento da parte dell’operatore. Dopo alcuni minuti dall’introduzione del disco, lo troveremo “rippato” all’interno dell’HDD di Aria. A proposito di HDD, il prodotto è disponibile in alcune versioni diverse, con un massimo di capacità di 4tb utilizzando Hard Disk tradizionali, o 2 tb con la nuova tecnologia a stato solido SSD, più veloce ed affidabile.
Ma la vera diversificazione di Aria rispetto alla concorrenza la fa il software. Aria è infatti l’unico music server sul mercato a supportare un numero illimitato di metadata per qualsiasi genere musicale. Questo permette di poter cercare e/o ordinare la propria collezione di musica in molti modi diversi, come per esempio: album di un certo periodo, per tipo di strumento (per esempio pianoforte), suonati da quell’esecutore ecc ecc. Per facilità di utilizzo, Aria ha 18 campi predefiniti, ma si possono eliminare o aggiungere altri campi a piacere. Le informazioni metadata arrivano tramite l’accesso di Aria ai migliori database sul mercato, come AMG, GD3, SonataDB ecc, che gli permettono una precisione senza confronti nella catalogazione della musica.
Per controllare il music server, la Digibit ha sviluppato –lo accennavamo prima- iaria, l’applicativo per ipad a prova di chiunque; una volta installato nel device apple, esso ricerca automaticamente l’unità e il NAS nella rete (se presente), trova le eventuali altre zone dlna renderer, permette lo streaming verso i device compatibili Air Play, ed è dotato di multi-lingua, italiano compreso. Le viste sono completamente personalizzabili, e le play-list create con iaria sono poi salvate nel music server, in modo da poter essere utilizzate con altri ipad. La ricerca dei brani è strutturata in modo intelligente, e permette di sfruttare la grande versatilità di aria nel gestire i metadata. Altra funzione comoda è l’audio streaming da Aria all’ipad per un comodo ascolto in cuffia dei contenuti dal device apple.
Compatibile con qualsiasi formato digitale, aria supporta file fino a 32/348 e DSD, ed è disponibile con numerose opzioni di HDD, sia SSD che tradizionali, e con una eventuale scheda DAC per la quale è disponibile anche un alimentatore dedicato.

Caratteristiche tecniche:
File supportati: WAV, AIFF, FLAC, ALAC, MP3, DXD (32/352,8), DSD, DSDx2
Supporto per Bit Perfect (ASIO, WASAPI, Kernel Streaming)
Meccanica di lettura: Industrial grade TEAC DVD
HDD interno: 1 o 2 2,5 “ SSD (2TB raccomandato) o 1 o 2 HDD fino a 4tb
Possibilità di Raid 0 o 1 interno
Uscite digitali: coassiale BNC o RCA, XLR, USB A
Ingressi: USB A per HDD, Ethernet 10/100/1000
Dimensioni: 43x6,5x36 (LxAxP)
Peso: 8kg
Alimentazione: 110-230W
Assorbimento: 12W